Una rete per la rètina - luglio 2017

L’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità - IAPB Italia Onlus, nell’ambito dei programmi di sensibilizzazione delle istituzioni e della popolazione sulla preoccupante crescita dell’incidenza della retinopatia diabetica, ha intrapreso una serie di attività con la collaborazione, fra gli altri, di Diabete Italia. Lo scorso settembre nel 1° forum “Retinopatia diabetica, una lotta possibile è stato presentato al Ministero della Salute il Social manifesto e un White paper sulla patologia retinica. L’azione di sensibilizzazione sta proseguendo con lo screening per la retinopatia a cui si sono sottoposti i Senatori a Palazzo Madama.

Il 6 luglio al fine di promuovere una discussione scientifica e di politica sanitaria tra tutti gli attori della salute visiva è stato promosso, il 2° Forum Nazionale “Retinopatia diabetica: una lotta possibile”, con il Patrocinio del Ministero della Salute presso la Sala dell'Istituto di Santa Maria in Aquiro, Piazza Capranica, 72 - Roma. (Scarica il programma). 

Nel corso dell’evento, moderati da Stefano Del Missier (Italian Health Policy Brief) e da Maria Emilia Bonaccorso (Ansa Salute) si sono confrontati Walter Ricciardi, Matteo Piovella, Francesco Bandello, Massimo Porta, Carlo Giorda, Claudio Cricelli, Gianfranco Finzi, Simona Turco, Johanna Kopinska, Flavia Pricci, e per Diabete Italia la vicepresidente Concetta Suraci. Sono intervenuti anche il Senatore Antonio Tommasini e la Senatrice Emanuela Baio sostenendo la mozione interparlamentare presentata dalla Senatrice Laura Bianconi (Atto n. 1-00759 Pubblicato il 4 aprile 2017, nella seduta n. 799). Per Diabete Italia era anche presente Rita Stara.

La retinopatia diabetica, nonostante una crescente consapevolezza presso la pubblica opinione e le istituzioni sanitarie del suo impatto invalidante, continua a essere un problema di salute che non trova ancora adeguate risposte sanitarie.

I dati epidemiologici oggi disponibili, indicano che la retinopatia diabetica si riscontra circa in un terzo del pazienti diabetici e di questi circa il 2% sviluppa una forma grave, che porta a ipovisione, se non addirittura a cecità.

Ma il dato più preoccupante che deriva da alcune indagini è che solo l’11% dei diabetici in Italia viene sottoposto a uno screening annuale del fondo oculare (Osservatorio Arno 2015). I dati sono più confortanti quando si prendono in considerazione le persone con diabete seguite presso i Servizi di Diabetologia (Annali AMD): vengono sottoposti al monitoraggio circa il 37% dei pazienti (a dimostrazione di una maggiore aderenza alle linee guida).

La definizione del peso complessivo di questa grave patologia diventa di estrema importanza per la sanità pubblica nella definizione di tutto il percorso assistenziale (dalla diagnosi precoce, alla presa in carico del paziente per terapie medico-chirurgiche sino alla riabilitazione visiva), anche in termini economici.

Nel nostro Paese, infatti, emerge una carenza strutturale di risorse umane e strumentali che rende estremamente difficoltoso soddisfare la domanda attuale e quel che più preoccupante, quella attesa in futuro.

Pertanto, si pone la necessità di adottare scelte di politica sanitaria, responsabili e innovative che consentano la messa a punto di nuovi modelli gestionali, in grado di rispondere adeguatamente ai bisogni di salute dei pazienti affetti da retinopatia diabetica.

Nonostante la consapevolezza della crescente pressione che la retinopatia diabetica eserciterà sulle strutture e i servizi oftalmici, sottodimensionati e distribuiti in modo disomogeneo sul territorio nazionale, appare ancora lontano lo sviluppo di un modello di gestione della patologia, che parta da una reale prevenzione, un rapido accesso alle terapie sino a giungere alla riabilitazione visiva del paziente ipovedente.

Gli argomenti oggetto dell’incontro sono stati anche trattati in un numero monografico della rivista trimestrale “Public Health & Health PoIicy”, edita da ALTIS (consultabile online qui).

Scarica il comunicato stampa del 2° Forum.

Scarica la mozione interparlamentare presentata dalla Senatrice Laura Bianconi

Scarica l’intervista al Presidente dello Iapb Giuseppe Castronovo.

Logos
Diabete Italia Onlus
c/o Legalitax Studio Legale e Tributario, Via Flaminia, 135 – 00196 Roma - C.F. 97332370580 - P.I. 12150181001
info@diabeteitalia.it - webmaster: www.uela.it
AMD OSDI SIEDP SIMG A.G.D. ITALIA Aniad Diabete Forum